L’agricoltura biologica è un tipo di agricoltura a basso impatto ambientale che punta a conservare la sostanza organica del terreno sfruttando la naturale fertilità del suolo. È un modello che si fonda sul rispetto dell’ecosistema agricolo e sulla promozione della biodiversità delle specie coltivate; non utilizza prodotti di sintesi, cioè concimi, diserbanti e pesticidi derivanti da processi industriali, ma ammette soltanto l’impiego di fitosanitari e fertilizzanti che contengono sostanze di origine organica e naturale.

I metodi di coltivazione biologica favoriscono un sistema di sviluppo ecosostenibile, che evita l’eccessivo sfruttamento delle risorse naturali, capace quindi di durare nel tempo. 

Ma non solo. Tra i principali obiettivi definiti dalla Federazione internazionale dei movimenti per l’agricoltura biologica, c’è la produzione di alimenti di elevata qualità nutritiva in quantità sufficiente: cibi sani e buoni che salvaguardano la salute di chi li mangia e dell’ambiente, un grande vantaggio che accomuna agricoltura e alimentazione biologica.

La certificazione da agricoltura biologica viene rilasciata alle aziende solo se lungo tutta la filiera produttiva vengono rispettate una serie di regole stabilite in Italia dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali (MIPAAF).

Gli operatori del settore e le singole fasi di produzione (dall’inizio della coltivazione al consumo finale) sono sottoposti al controllo di appositi enti, detti Organismi di Controllo, autorizzati dal MIPAAF a compiere verifiche nelle aziende e a certificarne la produzione biologica.

Mangiare biologico, una sana abitudine

Mangiare bio fa bene. Sono numerose le ricerche scientifiche che lo dimostrano e che avallano i vantaggi derivanti dall’alimentazione biologica.

Mediamente gli alimenti bio contengono più vitamine, zuccheri, polifenoli, flavonoidi, antiossidanti, minerali e materia secca rispetto agli alimenti provenienti dall’agricoltura convenzionale. Inoltre, il consumo di cibo biologico riduce notevolmente l’assunzione giornaliera di nitrati e di metalli pesanti, sostanze nocive per la nostra salute.

Mangiare biologico vuol dire mangiare sano e naturale, uno stile di vita che apporta benefici sotto ogni punto di vista: ambientale, etico e del benessere personale.

L’azienda agricola Angimbe ha sempre avuto tra i propri valori fondanti la tutela dell’ambiente e la tutela della salute dei consumatori, ha quindi coltivato il proprio uliveto in modo responsabile, quindi organico. Da qualche anno ha richiesto la certificazione bio ed oggi nelle nostre etichette si può leggere: proveniente da agricoltura biologica per comunicare ancora meglio che consumare il nostro olio vuol dire anche prendersi cura di se.